Scuola Leonardo da Vinci Roma

Livello A2N3

Lezione 2 - esercizio 3

Inserisci la forma corretta, poi premi "Controlla" per verificare le tue risposte. Usa il pulsante "Aiuto" per avere un indizio e vedere una lettera della forma da inserire. Fai attenzione, perché perderai alcuni punti se userai "Aiuto".
Coniuga i verbi riflessivi tra parentesi al PASSATO PROSSIMO.

Che giornata, povera Alice!

Ieri Alice si è alzata alle 6:00. Che sonno! Ha preparato la colazione e ha svegliato le sue figlie, Bea e Giorgia. Loro però non (ALZARSI) subito. Alice le ha aiutate a lavarsi, a vestirsi e a pettinarsi. Poi (PREPARARSI) lei, si è fatta la doccia e si è vestita in fretta. Non si è truccata. (BERSI) un caffè al volo e verso le 7:30 Alice ha accompagnato le bambine a scuola. Lei, Bea e Giorgia sono salite in macchina ma a un certo punto la macchina, che è molto vecchia, ha cominciato a fare un sacco di rumori e (FERMARSI) . Alice all’inizio (ARRABBIARSI) molto poi pazientemente è andata con le bimbe a prendere l’autobus e finalmente tutte e tre sono arrivate a scuola. Alle 8:30 Alice ha preso di nuovo l’autobus per andare a lavoro. Appena è arrivata in ufficio però (ACCORGERSI) di aver dimenticato dei documenti importanti per la riunione delle 11. Così è tornata di nuovo a casa a prenderli, sempre con l’autobus, ed è riuscita a tornare a lavoro appena in tempo per la riunione. Ormai stanchissima (TOGLIERSI) il cappotto e (SEDERSI) per iniziare la riunione ma ha notato degli strani sguardi dei colleghi su di lei. Allora (GUARDARSI) con attenzione e (RENDERSI CONTO) di aver indossato il maglione al contrario. Che giornata, povera Alice!