Scuola Leonardo da Vinci Roma

Livello B1N5

Lezione 8 - esercizio 3

Inserisci la forma corretta, poi premi "Controlla" per verificare le tue risposte. Usa il pulsante "Aiuto" per avere un indizio e vedere una lettera della forma da inserire. Fai attenzione, perché perderai alcuni punti se userai "Aiuto".
Completa il testo con i pronomi della lista.

ci –– le – me la – me la - me lo – me lo – se la - se ne – vi – vi

Pasquale beatamente seduto fuori dal balcone parla col suo vicino di casa.
A noi napoletani non potete togliere questo poco di sfogo fuori dal balcone... Io, per esempio, a tutto rinuncerei tranne che a questa tazzina di caffè. Uno prende qua, fuori al balcone, dopo quell’oretta di sonno dopo mangiato. E devo fare io stesso, con le mie mani. Questa è una macchinetta per quattro tazze, ma possono ricavare pure sei e se le tazze sono piccole, pure otto, per gli amici. Mia moglie queste cose non capisce. Lei è molto più giovane di me e la nuova generazione ha perduto queste abitudini che, secondo me, sono la poesia della vita. Perché oltre a farvi occupare il tempo, danno pure una certa serenità di spirito. Scusate? Chi mai potrebbe prepararmi un caffè come preparo io? Con lo stesso entusiasmo… con la stressa cura? E siccome il caffè l’ho fatto con le mie mani mi convinco che è buono e bevo sempre con gusto. Mezza tazzina, poi, la conservo e bevo tra una sigaretta e l’altra. In questa casa posso garantire che regna la tranquillità.

(Adattato da “Grandi monologhi del teatro contemporaneo” di R. Di Giammarco e C. Di Giacomo)