Scuola Leonardo da Vinci Roma

Livello B1N5

Lezione 10 - esercizio 3

Inserisci la forma corretta, poi premi "Controlla" per verificare le tue risposte. Usa il pulsante "Aiuto" per avere un indizio e vedere una lettera della forma da inserire. Fai attenzione, perché perderai alcuni punti se userai "Aiuto".
Completa il testo coniugando i verbi all’ IMPERFETTO, al PASSATO PROSSIMO o al TRAPASSATO PROSSIMO

Siamo andati al ristorante di Costas. Lui mi ha salutato con grande cordialità anche se (AVERE) molto da fare e ha detto in italiano: “Ehi Mario, dove è Guido?”. Gli ho risposto che lo (STARE) cercando anch’io e lui ha detto che non (VEDERE) più nessuno del nostro gruppo, erano spariti tutti di colpo. Roberta aveva fame così (noi-SEDERSI) a un tavolino libero tra la folla rumorosa. C’erano tedeschi che (MANGIARE) un’enorme quantità di patatine fritte e italiani che si lamentavano di non trovare cibo italiano; c’erano delle persone ubriache perché (BERE) troppa birra. Dopo mangiato siamo andati in giro per il paese e abbiamo incontrato Willie. Mi ha visto lui per primo da lontano e (GRIDARE) “Mario!” così forte da far voltare tutta la gente intorno. Ci siamo abbracciati e dati pacche sulle spalle nel modo in cui noi (IMPARARE) da Guido; lui mi ha presentato una ragazza nordica di nome Tove e io gli ho presentato Roberta. Gli ho chiesto dov’era Guido e lui mi ha detto che (PARTIRE) per Atene insieme a Jeannette, Nick e Louise due giorni dopo di me. Gli altri del gruppo si erano imbarcati due giorni più tardi, ognuno per una diversa destinazione finale. Abbiamo provato a farci venire in mente idee per la serata ma (SAPERE) che non era possibile ricreare lo spirito e l’allegria di quando eravamo un gruppo.

(Adattato da "Due di due" di Andrea De Carlo)