Scuola Leonardo da Vinci Roma

Livello B2N7

Lezione 2 – esercizio 3

Inserisci la forma corretta, poi premi "Controlla" per verificare le tue risposte. Usa il pulsante "Aiuto" per avere un indizio e vedere una lettera della forma da inserire. Fai attenzione, perché perderai alcuni punti se userai "Aiuto".
Completa con il CONGIUNTIVO IMPERFETTO

Da piccolo, come tutti i bambini, credevo che (ESISTERE) veramente San Nicola, che ogni Dicembre mi portava dei doni. Io e i miei fratelli pensavamo che (VENIRE) e ci (PORTARE) tantissimi dolci, perché noi credevamo sempre di essere stati buoni per tutto l’anno. Quando la festa si avvicinava, papà ci diceva sempre che non pensava che quell’anno San Nicola sarebbe passato a trovarci perché secondo lui eravamo stati cattivi. Lo diceva perché sperava che almeno una settimana o due prima di Natale non (LITIGARE) come facevamo sempre. Noi bambini credevamo sempre che (ESSERE) uno scherzo perché sapevamo di esserci comportati bene. Poi un anno ho deciso di rimanere sveglio fino a tardi ad aspettare, perché volevo che San Nicola mi (DIRE) cosa pensava del mio anno. Mi ero nascosto, perché non volevo che papà (SCOPRIRE) cosa avevo intenzione di fare e, soprattutto, non volevo che lui e i miei fratelli mi (PRENDERE) in giro per questo. Ho aspettato e aspettato, finché ho cominciato a pensare che non (VENIRE) più. Invece era successo che mi ero addormentato e quando mi sono risvegliato ho trovato i miei dolci nella scarpa con una lettera di San Nicola che si preoccupava che non li (MANGIARE) tutti insieme. È uno dei momenti più belli della mia infanzia.