Scuola Leonardo da Vinci Roma

Livello B2/N8

Lezione 6 - esercizio 3

Inserisci la forma corretta, poi premi "Controlla" per verificare le tue risposte. Usa il pulsante "Aiuto" per avere un indizio e vedere una lettera della forma da inserire. Fai attenzione, perché perderai alcuni punti se userai "Aiuto".
Inserisci i verbi mancanti coniugandoli al tempo giusto dell’indicativo


Imitare – prendere – avere – resistere – potere – provare – spingere – stare – avere - mettere

Marcovaldo al supermarket
Al supermarket se il tuo carrello è vuoto e gli altri sono pieni, puoi reggere fino a un certo punto: poi ti prende un' invidia, un crepacuore, e non più.
Marcovaldo, dopo aver raccomandato alla moglie e ai figlioli di non toccare niente, girò veloce a una traversa tra i banchi, si sottrasse alla vista della famiglia e, presa da un ripiano una scatola di datteri, la depose nel carrello. Voleva soltanto sapere cosa si a portarla in giro per dieci minuti, sfoggiare anche lui i suoi acquisti come gli altri, e poi rimetterla dove l' . Questa scatola, e anche una rossa bottiglia di salsa piccante, e un sacchetto di caffè, e un azzurro pacco di spaghetti. Marcovaldo era sicuro che, facendo con delicatezza, per almeno un quarto d'ora gustare la gioia di chi sa scegliere il prodotto, senza dover pagare neanche un soldo. Ma guai se i bambini lo vedevano! Subito si sarebbero messi a imitarlo e chissà che confusione ne sarebbe nata! Marcovaldo cercava di far perdere le sue tracce, percorrendo un cammino a zig zag per i reparti, seguendo ora indaffarate servette ora signore impellicciate. E come l'una o l'altra avanzava la mano per prendere una zucca gialla o una scatola di formaggini, lui la . Il carrello di Marcovaldo adesso era gremito di mercanzia. Da un'altra corsia lì vicino si affacciò un carrello carico ancor più del suo, e chi lo era sua moglie Domitilla. E da un'altra parte se ne affacciò un altro e Filippetto lo spingendo con tutte le sue forze. Era quello un punto in cui le corsie di molti reparti convergevano, e da ogni sbocco veniva fuori un bambino di Marcovaldo, tutti spingendo trespoli carichi come bastimenti mercantili. Ognuno la stessa idea, e adesso ritrovandosi si accorgevano che insieme un campionario di tutte le disponibilità del supermarket. - Papà, allora siamo ricchi? - chiese Michelino - ne da mangiare per un anno?

(adattato da “Marcovaldo” di Italo Calvino)